L’Informatica viaggia in Congo

Alle 7.30 del 28 settembre Kimbasi prenderà un aereo da Kinshasa per andare a Goma e iniziare il corso di alfabetizzazione informatica.

Kimbasi è uno dei migliori studenti della scuola di infermieri di Kenge che la dottoressa Chiara Castellani ci ha segnalato per partire con il progetto di alfabetizzazione Informatica promosso da Informatici senza Frontiere e che coinvolge l’Ospedale di Kimbau, la scuola di infermieri di Kenge e il Centro Don Bosco di Goma nella Repubblica Democratica del Congo.

Nel Centro Don Bosco Ngangi, grazie all’appoggio della ONG italiana VIS e al finanziamento della CEI è stato creato un centro informatico in cui si tengono corsi di alfabetizzazione informatica e specialistici, con l’assistenza di un esperto ingegnere italiano (Massimo Cimicchi) e due ingegneri congolesi. All’interno di questa attività è stata creata una micro – impresa che esternalizza i servizi informatici a Goma e al resto del Paese. Questa attività permette l’auto-finanziamento del centro e contribuisce a sostenere le attività del centro che sono completamente gratuite per tutti i beneficiari.

Non possiamo pensare di fornire la tecnologia se con essa non forniamo la competenza necessaria per utilizzarla e in parte manutenerla, perchè il punto fondamentale dei progetti è la sostenibilità. Da diversi anni ISF si occupa di dare il proprio supporto alle attività della dottoressa Chiara Castellani fornendo materiale hardware ricondizionato. Nello scorso anno Massimo Cimicchi e Achille Kinava si sono recati all’ospedale di Kimbau per il ripristino della connessione non più funzionante. L’ambizione è che il corso che frequenterà Kimbasi possa diventare il primo punto di riferimento per la risoluzione dei problemi ordinari relativi alla tecnologia presente e che lui possa trasferire le conoscenze acquisite e potenziare le sue nel tempo.

Il Centro Don Bosco preparerà Kimbasi sui seguenti argomenti:
-configurazione e ripristino connessione satellitare
-configurazione di una rete locale
-utilizzo di Open Hospital per informatizzazione della farmacia

Resterà presso il centro Don Bosco per un periodo di circa 1 mese. Il progetto è finanziato da ISF, ma speriamo di poter inviare anche altri studenti a Goma e per questo abbiamo bisogno del contributo di tutti poichè è necessario sostenere le spese di viaggio, del corso, di vitto e alloggio.

Speriamo si tratti del primo di una lunga serie di progetti che testimoniano come i fruitori di queste attività ne diventano ben presto protagonisti.